Festa del libro e della lettura di Ostia - XXVII edizione

È in arrivo la XXVII edizione della festa del libro e della lettura di Ostia organizzata dall'Associazione Culturale "Clemente Riva". La manifestazione, si svolgerà nei giorni 23 e 24 novembre prossimi presso la sala multimediale Santa Monica, Piazza Santa Monica 1 ad Ostia Lido.

È alle porte l'inizio di questa ormai famosa manifestazione culturale giunta  alla 27^ edizione e che avrà inizio sabato 23 novembre 2019. La due giorni  della festa del libro e della lettura di Ostia organizzata dall'Associazione Culturale "Clemente Riva" presieduta dal giornalista in RAI Gianni Maritati, si svolgerà come detto, presso la sala Multimediale Santa Monica, Piazza Santa Monica 1 a Ostia Lido.  In programma, cultura e arte attraverso la presentazione di 40 opere letterarie di altrettanti scrittori (tra i quali ho il piacere di essere presente anch'io con "Vernice Damar"), oltre alla presenza di ben 10 artisti del circondario di Ostia e dintorni, che esporranno nell'ambito della manifestazione le loro opere artistiche di varia natura.

L'Associazione "Clemente Riva",  in attività o dal 2010,  si prefigge l'obiettivo di promuovere in
maniera continua e costante la cultura del sapere, del dialogo e della solidarietà. Tutto questo, in concreta e completa condivisione con il pensiero del Vescovo Clemente Riva, da cui l'associazione prende il nome. Infatti,  attraverso manifestazioni culturali come la "Festa del Libro e della lettura di Ostia", "Un giorno di festa", "Festa del libro online" e del concorso nazionale  "Fotolibrando", l'Associazione tende a  interpretare al meglio quelle che erano le sue prerogative di aiuto e di sostegno alle fasce deboli in termini spirituali e umani, mediante la cultura. In virtù di tale intento, durante l'intera manifestazione, si potranno scegliere tra migliaia di libri usati in esposizione quelli di proprio gradimento in cambio di  una semplice offerta libera, oppure, scambiarli con dei generi alimentari non deteriorabili da destinare alle comunità più bisognose. Naturalmente, tutto il ricavato offerto sarà devoluto in beneficenza, cosicché la solidarietà nell'ambito di questa manifestazione assume una  valenza sana, specifica e imprescindibile.

In tale contesto, appare evidente come aderire a una manifestazione che si prefigge tali nobili fini non sia solo un'operazione tesa a far conoscere il proprio lavoro in ambito letterario, ma vuole anche  essere un'occasione di partecipazione attiva e di concreta collaborazione ad una causa solidale di primaria importanza umana. Vuole lanciare un segno chiaro, reale e tangibile che esiste una sensibilità sempre maggiore nei confronti di quelle persone che non hanno avuto la stessa nostra fortuna.  Mi ritengo  pertanto onorato e nello stesso tempo orgoglioso, di poter dare un contributo attraverso la presentazione del mio libro alle finalità che l'Associazione desidera raggiungere attraverso questo evento, nella speranza di poter alimentare i sentimenti di  amicizia e di fratellanza tra gli uomini e tra le varie culture dei popoli del mondo. 


Pagine