Home Page

Lettere maiuscole e lettere minuscole.
Catturate nei paragrafi o libere di spaziare dentro il foglio.
Lettere che volano leggere, posate ognuna al proprio posto.
Lettere dal carattere diverso, dall'inclinazione che le aggiusta, ma con la voglia di mostrarsi, di farsi leggere e ammirare.
Caratteri infiniti che colorano di nero ogni pagina del libro, ma che diventano arcobaleno di colori dentro le emozioni.
 

 

Questo non è uno spazio solo mio, ma un'area comune dove  condividere idee, opinioni e riflessioni sulla scrittura in generale, ma soprattutto, vuole essere area di scambio di esperienze letterarie.

Sostengo da sempre che la scrittura è stata una delle più importanti vittorie della civiltà. Essa e divenuta nei millenni successivi di fondamentale necessità, non solo perché collegata al vicendevole scambio di dati e informazioni su ampia scala, ma soprattutto quale mezzo indispensabile a garantire una comunicazione chiara, inequivocabile e soprattutto comune. 

Inoltre, peculiarità assai importante è rivestita nell'ambito dell'arte, dove rappresenta il principale veicolo attraverso il quale condividere emozioni e sensazioni mediante la narrazione di racconti,  di romanzi e di poesia. 

La narrativa e la poesia, sono forme espressive la cui scrittura, strumento prezioso a disposizione dell'autore, rappresenta  potenza e forma nello stesso tempo, che impregna ogni nuova opera di una propria forza emozionale. 

Grazie ai primi popoli virtuosi, che nel 3300/3500 a.C. inventarono questa forma di comunicazione, siamo oggi in grado di poterci raccontare la storia del mondo e degli umani.

Vinicio Salvatore Di Crescenzo

 

Nessun commento:

Posta un commento

Pagine